Hackability@Milano

Presentazione di Hackability@Milano un laboratorio permanente che sarà al LUISS Hub for makers and students ogni primo giovedì del mese, dalle 19.00 alle 21.00, a partire dal 6 aprile, per far incontrare le competenze di designer, maker, artigiani digitali, con i bisogni (e l'inventiva) delle persone con disabilità.

Giovedì 22 marzo h 17.30 – LUISS Hub for Maker and students via D’Azeglio, 3 – Milano

Saranno presenti

Fabio Sgaragli – Fondazione Giacomo Brodolini
Carlo Boccazzi Varotto – Hackability Italia
Enrico Bassi – OpenDot
Paola Pisano – Assessora al Progetto Smart City e innovazione del Comune di Torino
Cristina Tajani – Assessora a Politiche del lavoro, Attività produttive, Commercio e Risorse umane Comune di Milano
Francesco Torchia – Hackability@Polito, Associazione amici di Paideia
Simone Romano – Hackability@Pininfarina, Studente ITIS Pininfarina di Moncalieri
Luigi Milani – Hackability@Barilla, D&I champion Barilla Group

Dalla collaborazione tra ​Hackability Italia e il ​Fab Lab OpenDot nasce Hackability@Milano​, base milanese dell’associazione Hackability nata a Torino nel 2015. Hackability@Milano è un gruppo di lavoro che mette insieme le competenze di designer,maker e artigiani digitali con i bisogni e l’inventiva delle persone con disabilità,secondo lo spirito proprio di Hackability.

L’obiettivo principale di Hackability è fare crescere sui territori delle comunità che tramite la co-progettazione e la digital fabrication, realizzino soluzioni nuove e personalizzate in grado di soddisfare i bisogni delle persone con disabilità, producendo un cambiamento nel modo di pensare e progettare, ma anche creando impatto sociale e inclusione.
Hackability crede nell’approccio e valore della condivisione, per questo tutti i risultati della progettazione sono pubblicati sul sito ​www.hackability.it sotto licenza Creative Commons-BY-SA-NC, al fine di favorirne l’adozione e l’implementazione.

Racconta ​Carlo Boccazzi Varotto di Hackability Italia “Due anni fa siamo partiti dai FabLab per immaginare un percorso che avesse impatto sociale nelle scuole, nelle università,nelle comunità locali, nelle imprese. Con Hackability@Milano torniamo in un Fab Lab.
Milano, da quando siamo nati, è una delle città dove il progetto ha trovato più attenzione, in particolare l’intreccio di esperienze, persone e know-how tra Hackability e OpenDot è stato intensissimo. Hackability@Milano è l’occasione per canalizzare e dare una casa alle
tante energie incontrate in questi anni“.

Enrico Bassi​, direttore del Fab Lab OpenDot, spiega “C’è una crescente sinergia fra healthcare e maker, e OpenDot da sempre lavora in questa direzione. Tant’è che oggi è partner di ​“Made4You” il progetto europeo Horizon2020 che nei prossimi 3 anni ha come obiettivo quello di ​facilitare l’ideazione partecipata e la diffusione di soluzioni in grado di contribuire alla Digital Health Revolution”.

Hackability@Milano si pone, dunque, come laboratorio permanente di co-progettazione presso il ​LUISS Hub for makers and students ogni primo giovedì del mese, dalle 19.00 alle 21.00, a partire dal 6 aprile. L’invito a partecipare è esteso a tutte le persone alla ricerca di soluzioni che non trovano, ai professionisti dell’healthcare che voglio contribuire allo sviluppo delle idee, a maker, designer, ingegneri e sviluppatori interessati a co-progettare soluzioni utili e a chiunque sia interessato al tema.