INFO CLOSE

Hackability4PoliTo2016

Nel 2016 alcuni studenti iscritti al corso di “Tecnologie per la Disabilità” hanno lavorato insieme a maker, designer e persone con disabilità per provare a rispondere alla richiesta di presidi, oggetti d’uso quotidiano.
Realizzata in collaborazione con la Fondazione Paideia di Torino; Lero – The Irish Software Research Centre di Limerick; Looqui Srl, start-up che si occupa di tecnologie per la disabilità; con il contributo del CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica.

INFO CLOSE

Hackability Work Out

Il co-design come occasione di apprendimento sulla progettazione, la stampa 3D, ma anche di inclusione sociale e superamento dello stigma. L’ITIS Pininfarina di Moncalieri nell’ambito dell’alternanza scuola lavoro e´ stato il primo.

INFO CLOSE

Hackability2015

Realizzato Consorzio Kairos e Consorzio Mestieri in collaborazione con il Fablab Torino; con il contributo di Fondazione CRT.

INFO CLOSE

Hackability4PoliTo2017

E anche nel 2017 alcuni studenti iscritti al corso di “Tecnologie per la Disabilità” hanno lavorato insieme a maker, designer e persone con disabilità per provare a rispondere alla richiesta di presidi, oggetti d’uso quotidiano.
Realizzata dal Team Studentesco Hackability@PoliTo in collaborazione con la Fondazione Paideia di Torino e il CINI – Consorzio Interuniversitario Nazionale per l’Informatica.

INFO CLOSE

Hackability4Canavese

Realizzato in collaborazione con il C.I.S.S.A.C nell’ambito del progetto Abilito.

INFO CLOSE

HackatonBS

Realizzato da IPASVI Brescia in collaborazione con Tinkalize

INFO CLOSE

Hackability@Barilla

Tra il dicembre e il febbraio 2018 abbiamo riunito piu´ di 100 persone tra maker, dsigner persone con disabilita´ a lavorare con i mentor della Barilla per trovare, insieme, soluzioni per l´autonomia in cucina.

INFO CLOSE

Hackability@Milano

Laboratorio permanente di co-progettazione si riunisce preso il ​”LUISS Hub for makers and students” ogni primo giovedì del mese, dalle 19.00 alle 21.00.

INFO CLOSE

Roma Maker Faire 2018

Anche quest´anno c´eravamo e abbiamo fatto man bassa di riconoscimenti.

DIGITAL FABRICATION, TECNOLOGIA E DESIGN A IMPATTO SOCIALE

Hackability

Cos'è Hackability

Hackability non è un fablab, non è una impresa, non è una startup o un laboratorio per presidi 2.0. È una comunità di persone che si riunisce per cercare di risolvere, tutti insieme, problemi e realizzare cose che non ci sono o migliorare quelle che ci sono o farle costare meno. A volte ci riesce, a volte fa degli errori, ma prova a mettere a disposizione di tutti successi ed errori, come punto di partenza di nuovi progetti, nuove idee, nuove soluzioni progettuali.

Hackability è una no-profit nata nel 2016, per far incontrare le competenze di designer, maker, artigiani digitali, con i bisogni (e l’inventiva) delle persone con disabilità, per far crescere, sui territori, delle comunità che tramite la digital fabrication, la coprogettazione, realizzino soluzioni nuove, personalizzate, in grado di soddisfare i bisogni delle persone con disabilità nella vita quotidiana, producendo inclusione sociale e partecipazione. Hackability per raggiungere questo obbiettivo ha sviluppato una metodologia di co-design e “community engagement” che attraverso dei workshop (denominati anch’essi Hackability) mette al centro i bisogni, le soluzioni richieste dalle persone con disabilità, per progettare e realizzare oggetti d’uso comune ma anche oggetti complessi, soluzioni domotiche, ma anche nuovi servizi a basso costo e scalabili. I risultati della progettazione rimangono a disposizione dei gruppi che li hanno realizzati ma sono liberati in rete sotto licenza Creative Commons-BY-SA-NC, sulla piattaforma www.hackability.it con l’obiettivo, sia di favorirne la circolazione, l’adozione o la modifica, sia di porre le basi, condividendo la ricerca, per la nascita e il consolidamento di realtà produttive legate all’artigianato digitale e al design ad impatto sociale. Dal maggio 2016 il Politecnico di Torino ha fatto propria la metodologia di Hackability lanciando Hackability4PoliTo che da tre anni permette agli studenti iscritti al corso di “Tecnologie per la Disabilità”, in alternativa al tradizionale esame, di coprogettare oggetti insieme a persone con disabilità, maker e designer. Questa esperienza ha fatto nascere dentro il Politecnico di Torino il Team Studentesco Hackability. Nel giugno 2017 la Commissione Europea, nell’ambito dell’European Social Innovation Competition, ha individuato Hackabiliy come una delle 30 migliori azioni in grado di diffondere i vantaggi del cambiamento tecnologico in Europa. Sempre nell’estate del 2017 il gruppo Barilla ha scelto Hackability per sviluppare progetti innovativi di design ad impatto sociale. L’azione che ne è nata, Hackability@Barilla viene considerata la più importante esperienza di co-design italiana legata al tema della disabilità e ha visto lavorare insieme, tra il 20 gennaio e il 22 febbraio 2018 più di 80 maker, designer e persone con disabilità alla realizzazione di soluzioni che facilitino l’autonomia in cucina. Nel marzo del 2018 è stato inaugurato presso il LUISS Lab di Milano Hackability@Milano, laboratorio permanente di co-progettazione per il territorio milanese. Nelle varie azioni avviate in questi anni da Hackability, sono stati realizzati più di 50 progetti e coinvolte sul scala nazionale circa 300 persone. Hackability è in costante crescita ha gruppi attivi a Torino, Cuneo, Parma e Milano.

text icon

Qualche video per spiegarci

Hackability non è un fablab, non è una impresa, non è una startup o un laboratorio per presidi 2.0. È una comunità di persone che si riunisce per cercare di risolvere, tutti insieme, problemi e realizzare cose che non ci sono o migliorare quelle che ci sono o farle costare meno. A volte ci riesce, a volte fa degli errori, ma prova a mettere a disposizione di tutti successi ed errori, come punto di partenza di nuovi progetti, nuove idee, nuove soluzioni progettuali.

Guarda i video
text icon

Hackability@Milano

Giovedì 22 marzo h 17.30 – LUISS Hub for Maker and students via D’Azeglio, 3 – Milano
Presentazione di Hackability@Milano un laboratorio permanente di co-progettazione per far incontrare il mondo del making e del design con le esigenze delle persone con disabilità
Vai al comunicato

Facebook

Il modo migliore per seguire la community, per essere informato per partecipare agli eventi

text icon

Hackability@Polito

Segui le attività e i progetti del team studentesco

La fondazione del team studentesco “Hackability@PoliTo”, ha l’obiettivo primario di formalizzare e riproporre il format “Hackability” all’interno del Politecnico di Torino. L’ecosistema punta a essere un modello virtuoso di ricerca, sviluppo e sensibilizzazione nei campi della tecnologia assistiva, dell’artigianato digitale e della valorizzazione dell’individuo (il cosiddetto “design for each”).

Visita la pagina
text icon

I progetti

Scarica e realizza i progetti di Hackability
I progetti realizzati in Hackability sono messi a disposizione di tutti secondo la licenza Creative Common (CC-by sa).
I progetti
text icon

Dicono di Hackability

Guarda la rassegna stampa
La rassegna stampa